Il nostro giorno – Giorgio Gaber

Il nostro giorno, il brano scritto da Gaber per il primo Maggio, festa dei lavoratori.

Primo maggio. Una data importante, la festa dei lavoratori, una festa per ricordare quello che i nostri nonni hanno conquistato, i diritti ottenuti per lavorare con dignità e non essere sfruttati!

Primo maggio. Oggi una festa diventata della stessa importanza di una festa patronale di paese, un giorno in più per stare a casa da lavoro……..chi può!

Già, chi può, perchè oggi la maggior parte degli italiani lavora anche il Primo maggio e tutti quei bei diritti che erano stati conquistati stanno pian piano scomparendo. Era rimasto l’articolo 18 come ultima barricata a protezione del lavoratore, ma ha ceduto anche lui!

Allora mi chiedo……..perchè festeggiare ancora? Perchè saltare festanti in piazza in ricordo di tutto quello che abbiamo perso? Non sarebbe meglio andarci in piazza? Si, ma come i nostri nonni, a pretendere di riottenere quella dignità che stiamo perdendo.

In attesa di ritrovare le risposte vi lascio con questa bellissima canzone di Giorgio Gaber accompagnata dall’opera di Pellizza da Volpedo col nome di Quarto Stato

Informazioni su Giorgio Gaber:

Giorgio Gaber, nome d’arte di Giorgio Gaberščik (Milano, 25 gennaio 1939 – Montemagno di Camaiore, 1º gennaio 2003), è stato un cantautore, commediografo, regista teatrale e attore teatrale e cinematografico italiano tra i più influenti dello spettacolo e della musica italiana del secondo dopoguerraAffettuosamente chiamato “Il Signor G” dai suoi estimatori, è stato anche un chitarrista di valore, tra i primi interpreti del rock and roll italiano (tra il 1958 e il 1960).Molto apprezzate sono state anche le sue performance come autore ed attore teatrale; è stato iniziatore, assieme al suo collaboratore Sandro Luporini, del “genere” del teatro canzone.

Informazioni su Pellizza da Volpedo:

Giuseppe Pellizza (Volpedo, 28 luglio 1868 – Volpedo, 14 giugno 1907) è stato un pittore italiano, dapprima divisionista, poi esponente della corrente sociale, autore del celeberrimo Il quarto stato, divenuta una perfetta allegoria del mondo del lavoro subordinato e delle sue battaglie politico-sindacali.

TESTO:

Un giorno per chi lotta con coraggio
è il nostro giorno è il primo maggio.
 
Un garofano è spuntato d’un sol colpo fra le dita 
ma sicuro che sbadato oggi è maggio che ci invita 
ad unirci fino a sera per la nostra primavera
forza amici in allegria questa nostra festa sia.
 
Un giorno per chi vive nel lavoro
un giorno per chi spera nel futuro
un giorno per chi lotta con coraggio
è il nostro giorno è il primo maggio.
 
Un giorno per chi lotta con coraggio
è il nostro giorno è il primo maggio.
 
Via di corsa tutti in piazza tutti fuori ad applaudire
c’è persin la mia ragazza sotto il sol dell’avvenire
Le officine oggi son vuote dorme il tram nel capannone
rosso maggio le tue note della strada son padrone.
 
Un giorno per chi vive nel lavoro
un giorno per chi spera nel futuro
un giorno per chi lotta con coraggio
è il nostro giorno è il primo maggio
 
Un giorno per chi lotta con coraggio
è il nostro giorno è il primo maggio.
 
Questo giorno è tutti i giorni tutto l’anno vi è racchiuso
primo maggio tu ritorni a dar forza a chi è deluso.
Questa festa è una gran festa non ce l’hanno regalata
su leviamo alta la testa noi l’abbiamo conquistata.
 
Un giorno per chi vive nel lavoro
un giorno per chi spera nel futuro
un giorno per chi lotta con coraggio
è il nostro giorno è il primo maggio
 
Un giorno per chi lotta con coraggio
è il nostro giorno è il primo maggio.
 
Un giorno per chi lotta con coraggio
è il nostro giorno è il primo maggio.

Jhon Lennon – Woman

Woman, il brano di Jhon Lennon da dedicare a tutte le donne

Jhon Lennon 1 - robysacra

Woman è un brano di Jhon Lennon contenuto all’interno dell’album Double Fantasy ed è Continua a leggere Jhon Lennon – Woman

Che rumore fa la felicità? – Negrita

Che rumore fa la felicità? Il brano dei Negrita e il quadro di Leonid Afremov, pittore impressionista bielorusso

Che rumore fa la felicità? è il primo singolo estratto dall’album HELLdorado, settimo album dei Negrita. E’ una classica canzone d’amore che parla del “Rumore della felicità“, quelle vibrazioni che si sentono quando si è felici e innamorati insieme alla propria metà. Parla delle difficoltà che si possono incontrare in una relazione ma che si superano INSIEME ( “Ma i fiumi si attraversano e le vette si conquistano“). Perchè è insieme che si provano delle emozioni contrastanti ed uniche ( “Insieme, la vita lo sai bene ti viene come viene, ma brucia nelle vene e viverla insieme è un brivido è una cura serenità e paura coraggio ed avventura, da vivere insieme a te”). Continua a leggere Che rumore fa la felicità? – Negrita

A sky full of stars – Coldplay

‘Cause you’re a sky, ‘cause you’re a sky full of stars
I’m gonna give you my heart
‘Cause you’re a sky, ‘cause you’re a sky full of stars
‘Cause you light up the path

Ciao a tutti, in questa mia nuova rubrica troverete articoli su canzoni famose che abbinerò ad un’opera artistica oppure a una bella fotografia. Il primo brano è A sky full of stars dei Coldplay. Continua a leggere A sky full of stars – Coldplay