Fantasia ha vinto - robysacra

Fantasia ha vinto

Fantasia ha vinto,

quando una passeggiata diventa un film

Fantasia è l’occhio dell’anima.
(Joseph Joubert)

Ciao a tutti 

Oggi mi trovo ancora nel monferrato, destinazione Piancerreto e i colli adiacenti, località suggestiva e quasi fatata.

Di fatti, come si lascia la statale in direzione dell’abitato, ci si ritrova subito in un’atmosfera quasi magica, sembra di entrare in un film di fantasia stile “Il Signore degli anelli“, spero solo di non incontrare qualche “Nazgul” 🙁

Parcheggio subito l’auto in un angolo ed abbandono la strada asfaltata per inoltrarmi su di un sentiero sterrato, sono tutti percorsi segnalati quindi è quasi impossibile perdersi, ma io, da buon Ariete quale sono, opto per l’avventura e di procedere quindi senza una meta stabilita, qualcun’ altro direbbe “Ad Cazzum“. ( D’altronde quale modo migliore per sembrare davvero di essere in un film di Fantasia? ).

camminando dentro l'autunno - robysacra
La vera casa dell’uomo non è una casa, è la strada. La vita stessa è un viaggio da fare a piedi.
(Bruce Chatwin)

Mi impressiona subito la quiete che si respira camminando sullo sterrato, pace e tranquillità che vengono interrotti solo dal rumore delle foglie sferzate dall’aria che si leva fresca o dalle lucertole che corrono in mezzo alle sterpaglie per nascondersi al mio passaggio. E’ ottobre, l’inizio dell’autunno, ma la giornata è stata clemente nei miei confronti, il sole riscalda il mio cammino portando la temperatura sui 22° ed un po’ sono dispiaciuto per questi piccoli rettili che in fondo sto disturbando in quella che potrebbe essere una delle loro ultime tintarelle. Cerco di farmi perdonare camminando in centro al sentiero e facendo il meno rumore possibile.

camminando - robysacra
Quando le tue gambe sono stanche, cammina con il cuore.
(Paulo Coelho)

I colori portati dalla stagione sono mozzafiato, un misto di gialli ed arancioni intervallati da rossi accessi delle foglie dei “Ciliegi Selvatici “. Il primo regalo che mi porta il viaggio è un’area recintata con al suo interno alberi protetti dalla regione, non li riconosco perchè purtroppo la mia conoscenza a riguardo è scarsa, ma penso lo stesso che se siamo arrivati a dover proteggere gli alberi a casa loro allora siamo proprio messi male, gli scatto qualche foto e riparto.

Alberi protetti - robysacra
Chi pianta un albero
pianta una speranza.
(Lucy Larcom)

Mi inoltro nella boscaglia, il paesaggio non varia e per un bel tratto sono completamente solo, quando all’improvviso sento un rumore di passi pesanti, mi fermo ad ascoltare un po’ preoccupato del fatto che possa essere una animale selvatico o il “Nazgul” di prima ed invece, dietro la curva, mi passa in fianco un ragazzo di corsa che mi saluta, ricambio, mi rilasso e riprendo il cammino. Il sentiero, sempre più stretto e immerso nella natura, mi porta vicino a delle rovine di quella che in passato sarà stata un’abitazione e che adesso invece viene lentamente inglobata da piante ed arbusti, per ritornare ad essere parte della collina, un immagine che mi ricorda molto la serie “Shannara“, una serie Fantasy ambientata sulla Terra in un futuro lontano, dove la nostra civiltà è caduta in rovina e lentamente la Natura, riprendendosi quello che era suo, ha ridato vita a creature viventi magiche e leggendarie. 

ruderi 2 - robysacra
Non ricorderai i passi che hai fatto nel cammino
ma le impronte che hai lasciato.

Proseguo e subito si apre una piccola radura che offre un panorama bellissimo, alla sinistra i colli che si alzano dolci ed alla destra la vallata che scende fino al Fiume (Po), in mezzo all’erba scorgo i resti di un piccolo falò ormai spento da tempo, che non sia qualche avventuriero ad essersi fermato per bivaccare la notte appena passata? Se così fosse chissà di che tesori fossero in cerca. Continuo fantasticando sulle storie dei bivaccatori finchè non arrivo ad un bivio, alla mia destra il sentiero si inabissa in una selva oscura e buia alla quale manca solo il cartello “Lasciate ogne speranza, o voi ch’intrate.”, credo di aver visto anche occhi rossi che mi fissavano, mentre alla mia sinistra il percorso sale verso la cima del colle irradiato dal sole che lo illumina facendolo assomigliare ad una fortezza di “Paladini“. 

vallata - robysacra
La foresta è uno stato d’animo.
(Gaston Bachelard)
Per me si va ne la città dolente, per me si va ne l'etterno dolore, per me si va tra la perduta gente. Giustizia mosse il mio alto fattore: fecemi la divina podestate, la somma sapienza e 'l primo amore. Dinanzi a me non fuor cose create se non etterne, e io etterno duro. Lasciate ogne speranza, voi ch'intrate"
Per me si va ne la città dolente,
per me si va ne l’etterno dolore,
per me si va tra la perduta gente.
Giustizia mosse il mio alto fattore:
fecemi la divina podestate,
la somma sapienza e ‘l primo amore.
Dinanzi a me non fuor cose create
se non etterne, e io etterno duro.
Lasciate ogne speranza, voi ch’intrate”
(Dante Alighieri)

Sarà che nei videogiochi ho sempre scelto le forze del bene, o semplicemente perchè la mia fantasia si “caga sotto”, che decido di prendere la via in salita. Percorso breve ma molto faticoso che mi porta proprio in cima al colle dove, sorpresa, ritrovo il runner che avevo incrociato prima che scalzo ed a torso nudo (mi chiedo come capperi faccia a stare così con l’aria che tira mentre io sono in felpa) sta praticando esercizi di Yoga, rendendolo molto somigliante al classico monaco che si esercita solitario in mezzo alla natura. A questo punto perchè non conoscersi meglio, mi fermo un po’ con lui a parlare del più e del meno ed a scattare qualche foto mentre lui prosegue nei suoi esercizi, dopodichè mi incammino sul sentiero per far ritorno all’auto e quindi a casa. L’ora è quella dei tramonti e qui ti lasciano sempre di stucco.

tramonto casorzo - robysacra
Che sensibilità il sole: arrossire tutte le sere al momento di tramontare.
(Fabrizio Caramagna)

Al prossimo viaggio 

S@cr@ 

4 commenti su “Fantasia ha vinto”

  1. Sono senza parole…davvero ..
    Una descrizione magnifica che mi è sembrato di essere lì..a respirare il bosco .. Magico davvero!! Bravo Roby !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *